electric boat in Norway with evoy motor and powered by Kempower charging system
Back to customer stories

Charging Forward nel trasporto marittimo: elettrificazione di porti, navi e imbarcazioni

Pressioni sul settore marittimo per un’azione a favore del clima

È assodato che l’elettrificazione sia uno dei modi più efficaci per decarbonizzare e invertire il cambiamento climatico. Pertanto è ovvio che le organizzazioni internazionali guardino ai mari per seguire l’esempio dato dai veicoli elettrici sulla terraferma.

L’Organizzazione Marittima Internazionale ha emanato una direttiva per dimezzare le emissioni entro il 2050, chiamando chiaramente in causa le imbarcazioni e le navi.

Negli ultimi anni l’attenzione si è concentrata soprattutto sull’elettrificazione delle navi e dei traghetti di grande stazza ma, per una transizione completa verso l’elettrificazione del settore marittimo, anche le imbarcazioni commerciali e da diporto più piccole sono importanti. Per contribuire a incentivare la diffusione delle imbarcazioni elettriche come chiesto dal mercato, Kempower ha dedicato ancor più attenzione alle soluzioni marine elettriche, realizzando uno dei suoi primi progetti marittimi.

Le sfide dell’elettrificazione del trasporto marittimo

Sebbene la crescita delle imbarcazioni elettriche sia un fatto positivo, le stazioni di ricarica esistenti non sono al momento sufficienti per rispondere alla domanda. La mancanza di infrastrutture di ricarica ostacola ulteriormente l’adozione di imbarcazioni elettriche, la cui autonomia è inferiore a quella delle controparti alimentate a combustibili fossili. Per superare queste sfide serve una rete completa in grado di garantire il successo della transizione verso l’elettrificazione.

“L’infrastruttura di ricarica gioca un ruolo fondamentale per l’adozione di imbarcazioni elettriche. La maggior parte della ricarica avverrà lentamente e di notte presso il molo domestico, ma per consentire viaggi a lunga distanza e a velocità elevata è necessaria una rete di caricatori veloci. Fornitori come Plug e Kempower si stanno adoperando in questo senso”,

commenta Kjetil Watnedal, Chief Digital Officer di Evoy.

Una nota positiva è rappresentata dal fatto che il settore marittimo ha nel settore EV sulla terraferma un buon punto di riferimento che dimostra come la ricarica possa avere successo anche in mare. Ad esempio, alcuni fornitori di soluzioni di ricarica stanno premendo affinché venga stabilito uno standard per cui tutte le stazioni di ricarica marine devono avere connettori CCS2, lo standard europeo per i connettori di ricarica rapida che supporta sia la ricarica AC che quella DC.

Come, grazie a un produttore di motori elettrici, un fornitore di ricarica EV e un fornitore di energia elettrica sulla terraferma, l’e-boat sta diventando una realtà

Oltre che nel settore dei veicoli elettrici, la Norvegia è all’avanguardia anche nell’elettrificazione del settore marino. È quindi logico che Kempower, un’azienda che progetta e produce soluzioni di ricarica rapida DC per veicoli elettrici, abbia scelto di fornire le sue prime soluzioni di ricarica per imbarcazioni elettriche proprio alla Norvegia. Il viaggio di Kempower verso l’elettrificazione del trasporto marittimo inizia con due aziende norvegesi, Plug ed Evoy. Plug sviluppa, costruisce e gestisce impianti che alimentano le navi con energia da terra, mentre Evoy crea sistemi di motori elettrici sostenibili per accelerare il passaggio a una nautica elettrica priva di emissioni.

Plug ha iniziato a realizzare una rete per la ricarica delle imbarcazioni con le soluzioni di ricarica rapida DC di Kempower. Le postazioni di ricarica lungo il litorale norvegese scelte da Plug sono dotati diKempower Satellite e Kempower Power Unit, supportati dalla soluzione di gestione dati e su cloud Kempower ChargEye.

La prima installazione nella città di Florø, nel comune di Kinn, dispone di due Kempower Satellite, uno per le auto e l’altro per le barche. Per offrire un servizio ancora migliore ai propri utenti finali, di recente la velocità di ricarica è stata portata da 150 kW a 200 kW di potenza.

La città di Rosendal, nel comune di Tysnes, ha installato due Kempower Satellite su un pontile galleggiante presso il molo principale. Questa stazione può erogare una potenza di ricarica complessiva di 400 kW o 200 kW per ogni Kempower Satellite.

La città di Våge, sempre nel comune di Tysnes, ha installato da poco i suoi primi caricatori rapidi, sfruttando la multimodalità dei caricatori Kempower. Grazie al sistema flessibile di Kempower, nel parcheggio sono disponibili quattro caricatori per la ricarica dei veicoli elettrici, mentre su un pontile galleggiante ve ne sono due per la ricarica delle imbarcazioni. La stazione di Våge può essere considerata il più potente sito di ricarica pubblico al mondo per la combinazione di auto e barche. Ha una capacità totale di 600 kW e ciascuna presa di ricarica delle imbarcazioni può erogare fino a 220 kW di potenza.

I vantaggi del sistema di ricarica per imbarcazioni di Kempower

In virtù dell’ingombro ridotto dei caricatori Kempower Satellite, il nostro sistema di ricarica elettrica per imbarcazioni è ideale per le banchine e i pontili galleggianti. La funzionalità dinamica della stazione di ricarica di Våge, in Norvegia offre numerosi vantaggi. In questo hub di ricarica, è possibile distribuire la potenza tra le auto e le imbarcazioni elettriche, il che aumenta il ritorno sull’investimento per Plug che fornisce l’energia per questi caricatori.

“Per Plug era importante scegliere un partner in grado di fornire sistemi, tecnologia e assistenza. Abbiamo bisogno di fornitori con buone attrezzature tecniche e buone linee di supporto. Ci siamo resi conto che non esistono molti provider con questa soluzione a satelliti, con un’unità di alimentazione centralizzata e la condivisione dinamica della potenza tra i satelliti. Questa combinazione è un’esclusiva di Kempower ed è perfetta per l’impiego marino”,

dichiara Bjørn Hønsi Følling, Head of Maritime Charging per Plug.

Inoltre, il sistema di Kempower è ideale perché consente di incrementare facilmente il numero di caricatori della stazione man mano che aumentano le imbarcazioni elettriche.

Le marine e i porti turistici possono essere ambienti difficili, quindi le soluzioni di ricarica devono essere in grado di farvi fronte. La tecnologia di Kempower è caratterizzata da un’alimentazione DC isolata galvanicamente che contribuisce a prevenire guasti da corrosione. I robusti caricatori dell’azienda garantiscono inoltre una protezione superiore ai requisiti degli standard del settore. La verifica ambientale non protegge solo l’involucro dei caricatori, ma anche i componenti elettronici all’interno. Il layout del caricatore è studiato per contrastare elementi quali polvere e condensa.

“Le rigide condizioni climatiche della Norvegia, soprattutto in inverno, ci mettono di fronte a delle sfide. I Kempower Satellite, che sono quasi impermeabili, possono essere installati molto vicino a dove serve la ricarica, su un molo galleggiante”, commenta Bjørn Hønsi Følling di Plug.

Le prossime mosse per la crescita del settore marino

Kempower, Plug ed Evoy hanno individuato le aree in cui installare ulteriori stazioni di ricarica in Norvegia, con l’intenzione di espandersi in altri Paesi.

“Le imbarcazioni e le navi da diporto elettriche sono già una realtà. Noi di Kempower vogliamo fare la nostra parte per far crescere il settore della nautica elettrica offrendo le soluzioni di ricarica più versatili e facili da usare presenti sul mercato”, afferma Jesse Makkonen, Segment Owner, Marine and Ports di Kempower.

“Con il mondo alle prese con il cambiamento climatico e una maggiore attenzione alla sostenibilità, questo favorirà l’adozione di soluzioni più ecologiche anche in ambito marittimo”, afferma Kjetil Watnedal di Evoy.

“Alcuni anni fa, c’era chi si metteva a ridere quando sentiva parlare di barche elettriche. Oggi, quelle stesse persone ammettono che l’elettrico è il futuro e si dichiarano favorevoli a questo cambiamento. Plug condivide la stessa motivazione. Vogliamo impegnarci e costruire una rete di ricarica disponibile pubblicamente in Norvegia, nel Nord Europa e nel resto del mondo”, conclude Bjørn Hønsi Følling di Plug.